Verso l’isola che non c’è

Domani sarò nell’ isola che non c’è! Non è uno scherzo, è la verità per chi come me crede che le cose possano cambiare e migliorare. Come una bimba sperduta andrò in giro tra un mondo e un altro, spinta dalla curiosità, dai suoni che mi apriranno la strada e da tutti i meravigliosi colori pastello del mondo attiveranno la mia ingenuità, il mio ritornare ad uno stato d’innocenza dove tutto è possibile. Ecomondo è la mia isola che non c’è. Passerò 4 giorni in un luogo dove ” se credi, tutto diventa reale” è questa la magia! Al di fuori, nel nostro quotidiano, viviamo in dei grigiori cittadini dove non esiste alcun briciolo di umanità, di socialità e ricchezza interiore. Tutti in lotta contro tutti. A me questo mondo che vogliono farci passare per realtà non piace, non voglio che sia la mia di realtà, quella che invece domani osserverò da vicino è la mia casa. Come un incanto quello che immagino si realizzerà sotto i miei occhi, la magia prenderà il suo corso illustrandomi come possa esistere un mondo parallelo al nostro costruito sul buon senso, sulle buone pratiche, sulla vita! Ebbene si materializza quello che realmente si dovrebbe iniziare a costruire, l'”ascolto”. È la natura stessa che crea e distrugge ciò di cui è satura e dal quale farà rigenerare il “nuovo”.
I “racconti” ai quali avrò il piacere di essere, saranno tutti incentrati sulla magia! Ricreiamo l’equilibrio insieme, aiutiamo la natura a continuare il suo corso.. Ricordiamo che se crediamo vediamo, e se crediamo che un mondo meno inquinato, sfruttato, alterato posso nuovamente rinascere, non possiamo non volare verso queste isole delle buone pratiche. Ci sono tantissimi bimbi sperduti che vedono la forza del cambiamento, noi siamo ancora in quella fase che grazie a quei “racconti” ( i dibattiti) riusciamo a trarre la forza per sconfiggere le avventure che ogni giorno l’isola ci fa realizzare, e un giorno riusciremo anche a lottare contro il cattivo capitano e sconfiggerlo definitivamente, ma quello, forse,i figli dei nostri figli. Oggi con gli strumenti a nostra disposizione possiamo creare la magia del dibattito e della messa in pratica della vita da “isola” e uno di questi sarà per me Ecomondo. Si affronteranno tantissimi temi dal web come strumento per creare il cambiamento, come lo strumento della rete possa creare nuove realtà, le città sostenibili, le imprese sostenibili.

image

Il tutto verso un unico obiettivo “scegliere” per “credere”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...