Ricordo di una bozza mai compiuta

Ragazze di tutto il mondo, veramente pensate di essere giovani?

Ultimamente mi sono imbattuta in giovani ragazze, poco più che trentenni che si dichiarano vecchie, perennemente stanche…insomma prive di qualsiasi vitalità. Se ci parlo per poco più di 15 minuti – e lo dico per essere educata- mi sale un senso di suicidio più unico che raro!

Oggi ho riso tantissimo. Mi sono scontrata con un articolo meraviglioso di @greenme.it ” da Keeling ed è una donna davvero straordinaria. Non solo ha raggiunto brillantemente la veneranda età di 100 anni ma si è anche distinta nello sport battendo il record mondiale di atletica della sua categoria.”

Accidenti! Una donna che ha da poco compiuto i 100 ha una vitalità, un’energia e una voglia di esplorare il mondo che le mie coetanee nemmeno alla lontana le si possono avvicinare.

Chi si lamenta del lavoro, chi del fidanzato, chi della noia.. Ma in fondo la verità è che noi non abbiamo possibilità di scelta.

Anch’io vorrei allenarmi tutti i giorni. Prendere le mie scarpine da tennis metterle ai piedi e volar sopra i parchi di Milano, battendo record personali e non, scolpendo un fisico mozzafiato e arrivare asciutta alla fatidica prova costume. La realtà è un’altra.

I giovani che hanno scelto di lavorare in Italia hanno pattuito un compromesso, una specie di patto con il diavolo – parlo di Renzi ovviamente- che ci porta a passare le nostre giornate da frustrati.

L’Italia non è una Paese democratico. Se non hai qualcuno che ti presenta sei fuori dal mercato del lavoro – anche se magari ne fai parte già, ma se nessuno ti supporta, è un dramma – non hai certamente le competenze di quello che è solo diplomato, ha un’esperienza di lavoro importante  perché magari ha lavorato nell’azienda del padre.

Se prima guardavi con gli occhi dell’innocenza questo mondo fantasmagorico del mercato del lavoro, timoroso e impaurito, con la solita litania dei telegiornali che ti ricordano che lavoro non c’è e che quindi ti ricorda che tu fai parte di quella massa e che sarà difficile far sbucare la tua testolina da km e km di terra sopra di te.

Finalmente sei germogliato. Hai trovato un posto che ti innaffia da 3 anni, ogni tanto si dimentica di farlo per vari motivi e situazioni, ma sei lì e ti senti parte di un sistema. Come dovrebbe essere la normalità, ma non è per tutti così.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...