Il futuro è anche dei rifugiati!

In Italia nell’ultime settimane si è aperto un dibattito ” di fuoco” , come le giornate estive che stiamo vivendo in città, sul significato dello Ius Soli.

I parlamentari italiani sono divisi, così come la popolazione italiana. Ma chi è veramente il cittadino italiano? Davvero ancora dobbiamo sentir parlare di differenze? Realmente ci sono italiani vogliono alzare questi muri di cartongesso?

Era il 2005 quando ho scritto la mia tesina per l’esame orale di maturità. Presentazione in powerpoint e caricata su un Floppy Disk. Accidenti quanto sono vecchia!!! Comunque non è questo il punto. Il mio lavoro era su ” Il multiculturalismo e l’integrazione sociale” .  Ebbene si. Andai contro la mia professoressa di italiano che mi criticò per gli argomenti trattati. Rispetto a chi aveva scelto il suo argomento prediletto, ovvero l’analisi sulla donna, io lottai contro la sua sufficienza e la sua critica del trattare un argomento così generico e poco collegato alle materie studiate. Cosa???? Mi sono diplomata al liceo socio-psico-pedagogico. Ho frequentato diversi corsi sull’integrazione raziale. Ho assistito bambini nei centri di raccolta e tante attività collaterali.. e poi ho studiato.

Ho tanto studiato.

E sì miei cari. Lo studio. L’analisi della nostra società e dello sviluppo di essa dimostra come le nostre società attuali siano un insieme di culture da sempre. A partire dall’antica Grecia, l’impero Romano… voglio dire di cosa parliamo? Per non parlare dalla scoperta dell’America! L’epoca contemporanea è caratterizzata da un processo di unificazione del pianeta come mai si era verificato nel corso della storia umana. Il colonialismo, la nascita del capitalismo con la rivoluzione industriale hanno determinato una sempre più accentuata interdipendenza dei mercati e dei popoli.

Quello che la mia professoressa leggeva come argomento di serie B, oggi è attuale più che mai. Sono passati 15 anni dal mio lavoro ed oggi si ripresenta come mai prima. Conoscere i problemi che implica una moderna società multiculturale e adoperarsi per il superamento di atteggiamenti di chiusura e di intolleranza è un compito/dovere urgente per permettere una convivenza pacifica tra diversi. Parlare di multiculturalismo non è una semplificazione, ma uno sviluppo della presa in atto del cambiamento, per adoperarsi nel lavorare in direzione del superamento di atteggiamenti di chiusura e di intolleranza. E’ un compito urgente che riguarda tutti noi. Non possiamo essere solo leoni da tastiera e poi infischiarcene nella vita di tutti i giorni. Il multiculturalismo vissuto nel quotidiano deve suggerire una prospettiva di integrazione dinamica tra le comunità differenti, in cui il conflitto non assuma il carattere distruttivo del razzismo e la coesistenza  possa trasformarsi in un intreccio positivo tra soggetti diversi capaci di realizzare una più aperta cittadinanza planetaria. 

 

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...