Stage: 4 consigli per non perdere occasioni

 

Schermata 2018-01-23 alle 16.20.12

Ho 32 anni. Avrò fatto all’incirca una decina di stage? Sì, credo proprio di sì. Da quando ho 25 anni sono entrata in diverse aziende, diverse situazioni più o meno opinabili dalla Sicilia alla Lombardia. Questo significa che in materia di STAGE, cari miei… Sono una vera reginetta!

 Lo so. E’ faticoso. Non mi dite nulla di nuovo. Gli affitti delle case non si pagano di aria e la realtà la conosciamo tutte e tutti. Ma un posto letto, una casa condivisa e il sacrificio di allontanarsi da casa, vi offrono delle porte aperte. Conoscerete gente. Ci sarà quella navigata anche se ha 15 anni e altri che vi daranno ottimi consigli.

Ma la cosa che imparerete in questo primo percorso sarà “contare solo su voi stessi”.

Non ci sarà amico, parente, fidanzato/a che vi potrà aiutare. In ufficio sarete voi e i “professionisti” che accompagneranno nel percorso di apprendimento dove quest’ultimo non sarà considerato ma sarà solo un insieme di lavori dove voi dovrete capire cosa fare e come farlo.

Di tutti gli stage ho fatto, non ne ho vissuto uno dove qualcuno mi abbia fatto un training, una lezione/ spiegazione di come deve essere fatta una cosa. Anzi ero io ad insegnare loro delle nuove tecniche digitali. Paradossalmente ero io che suggerivo nuovi modi imparati all’università. Bello vero? Io ne vado fiera!

Tra un’esperienza ed un’altra, una candidatura ed un’altra ho investito il mio tempo e soprattutto il mio poco denaro per raggiungere tutta Italia e non farmi bloccare dai confini di una sola città.

Il mio consiglio miei cari ragazzi è di lasciarvi andare. Buttatevi su tutto ciò che può essere fatto dalle vostre skills. Raggiungete dei traguardi, incuriositevi e non lasciate le cose al caso, fatele vostre, trasformatele per un vostra tornaconto. Ovvio che dipende dalle vostre discipline di competenza, ma spendete del tempo al pc e passatevi la mattina ad inviare i vostri curricula.

Ecco dei consigli pratici per inviare il vostro CV:

  1. Inserite le vostre esperienze dalla più recente. Inserite una foto professionale, no  selfie no sfilate di Capodanno. Le vostre generalità complete di numero di telefono ( al quale dovete SEMPRE rispondere!).
  2. Alzarsi la mattina presto, Alle 7/7,30 perfetto. Iniziate a cercare il ruolo/mansione/ stage in linea con il vostro profilo e mandate. C’è qualcosa nell’annuncio che non è perfettamente in linea con il vostro profilo? Nessun problema. Possono essere altre le cose che un recruiter osserva, soprattutto nel momento in cui avrete un incontro face-to-face. No Panic!
  3. Se ancora non hai un profilo su LinkedIn, come pensi di far parte di questo mondo? Forza, vai! Registrati e apri il tuo mondo a quello dei professionisti. Poi inserisci il link nel tuo curricula e ricorda che è un social network per professionisti, non per scappati di casa. Occhio a cosa si pubblica!
  4. Abbi coraggio! Ingoia rospi e non avere paura di cercare un tuo diritto: il lavoro.

Se vuoi conoscere cosa succede nel mondo degli stagisti in Francia, leggi qui http://bit.ly/Dstagistafrancese

L’immagine di copertina è stata presa da questi fumetti francesi molto esilaranti… tutto il mondo è paese 😉

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...